Fenice

stock_image_feather_by_ladyfenicenera

Cantava la Fenice ardente dal lungo collo d’oro
dai colori cielo e sangue
mentre la fiamma bruciava…
cantava ed il suono era la voce dei delfini
che trascinavano un cuore lacerato
negli abissi del mare
acqua e sale a ricucire gli strappi
orlando contorni e delimitando confini
disorientata e sola
nella vastità del profondo
sgomento e timore annodato nel ventre
mentre gli occhi famelici della morte
reclamavano bandiera
cantava Fenice
fuoco e brace dispersa, annusando l’odore
della sua carcassa vuota
della mente buco del dolore
la sua voce…onda soave a sollevare
fino a non sentire più distanza e nemmeno braccia
fino al silenzio a rompere tutto il rumore
Fenice…dal lungo collo d’oro
che danza volando divampando viva.