Io non avrò mai dimora

10933897_579749355503430_1863527420379516199_n

Io non avrò mai dimora

tra le cose che vivono

perché tu le guardi,

ma nessun uomo ti ha sognata tanto.

Perciò voglio scordare d’ottobre

le sediziose ore che ferita

hanno l’estate nella lacera

prosperità dei fichi

per fare gravidi i loti

dell’andare dolce del tempo.

Restiamo nell’ora,

perenne,

io alla mia

agonia senza fondo

tu alle tue stanze

vaste l’immensità

d’un altro mondo.

(Pietro Menditto)

In memoria di Pietro, Poeta, uomo e amico eccezionale   che ho avuto il grandissimo privilegio di conoscere,…sono sicura che il nostro incontro non è stato casuale, sei stato un dono che non cesserò mai di apprezzare, indelebili nel mio cuore le tue parole che come carezze hanno saputo  arrivare in ogni mio luogo lontano.

Siamo tutti…

donna

Siamo tutti  fatti di quel nomignolo appena sussurrato..come il cielo che si sporge dopo un temporale in un momento di infinita tenerezza e quel nome scandito lettera per lettera, richiamo come tuono che ci scioglie il sangue rappreso nella foschia di ogni nostra incertezza;

Siamo tutti  fatti del tocco morbido di un bacio sulla fronte che benedice ogni nostro pensiero e bocca contro bocca  a bere desideri…dolcezza candida e suadente, danza di battiti e respiri;

Siamo tutti fatti di tratti e strade, geografia smisurata di ogni luogo intravisto e attraversato, lande immense di deserti e giardini di rose, fiumi che scorrono e mare in tumulto…boschi di sterpaglie e pianure verdeggianti;

Siamo tutti fatti di soste e corse a perdifiato, attese e rincorse e destinazioni dove non ci attendono bandiere, scommesse contro il tempo e la sorte alla conquista di un podio che ci premi anche solo una volta per il coraggio di averci provato;

Siamo tutti fatti di suono e musica, quell’arte antica di mescolare nelle note tutto ciò che la vita contiene, la verità vera, l’innegabile ultima parola, il nucleo recondito di tutto ciò che in un cuore è insostenibilmente doloroso e tutto ciò che gioioso, tutto ciò che è amato e tutto ciò che è degno d’amore ma ne viene privato, ingannato e sbugiardato, gli inconcepibili abissi dell’anima dove nessuno altro può reggere allo struggimento e che pochi hanno il coraggio di scandagliare, le pene e la rabbia incontestabile;

Siamo tutti fatti di ginocchia ammaccate di cadute e rotoloni con in mano l’incontenibile voglia di ritentarci, siamo tutti così..con il tempo che ci conta e si appunta  nel cuore come uno spillo pronto a pungere se ci scordiamo di un attimo perfetto dove il tempo si è fermato per sempre facendoci scorgere la possibilità di un’ eternità fatta di sola Bellezza;

Siamo tutti fatti così: pezzi sparpagliati, tessere d’anima sparse che tentano inesorabilmente di ricongiungersi …soltanto il dolore e l’Amore ci vede interi,il primo continua a frantumarci, disorienta la coscienza l’Altro ci accoglie in un abbraccio contenendoci totalmente.