“Mia piccola Amélie, lei non ha le ossa di vetro. Lei può scontrarsi con la vita. Se lei si lascia scappare questa occasione con il tempo sarà il suo cuore che diventerà secco e fragile come il mio scheletro.
Perciò si lanci, accidenti a lei!”

 

Annunci

….

Adoro questa canzone, la trovo dolcissima! Mi riporta indietro nel tempo, mi trascina nel vortice della mente e nel cuore della memoria dove serbo con cura le gioie più belle della mia vita, già la memoria, guai a perderla, guai a dimenticare!

La perdita di tutti quei ricordi che ci hanno segnato in qualche modo nell’amore, nell’amicizia, nella solidarietà , nella sincerità e ci hanno “marchiato” con il fuoco del bene, smarrire questo tipo di memoria equivale a rovinare e compromettere tutti i nostri legami di vita e con la vita.

Tutto diviene a breve termine, deperisce inesorabilmente la pazienza del tempo che modella l’anima.

Giustizia, verità e bellezza e con loro tutte le grandi azioni hanno bisogno del tempo, della stabilità, della  durata, della memoria.

Memoria morale, così la chiamava il teologo Bonhoffer, considerandola etica.

Io voglio tenere a mente…!

L’Uomo e Donna

Prince_student-thumb

L’uomo è la più elevata delle creature .
La donna la più sublime degli ideali .
Dio fece per l’uomo il trono ,
e per la donna un ‘altare.
Il trono esalta , l’altare santifica.
L’uomo è il cervello, la donna il cuore.
Il cervello fabbrica luce , il cuore 
produce amore.
La luce feconda ,  l’amore resuscita.
L’uomo è forte per la ragione 
la donna è invincibile per le lacrime.
La ragione convince , le lacrime commuovono.
L’uomo è capace di tutti gli eroismi,
la donna di tutti i martiri.
L’eroismo nobilita’ , il martirio  sublima.
L’uomo ha la supremazia ,
la donna ha la preferenza .
La supremazia significa forza,
la preferenza rappresenta il diritto.
L’uomo è un genio,
la donna un angelo.
Il genio è incommensurabile;
l’angelo  indefinibile.
L’aspirazione dell’uomo è la gloria suprema 
l’aspirazione della donna  è la virtu’ estrema.
La gloria rende tutto grande, 
la virtu’ rende tutto divino.
L’uomo è un codice ,  la donna un vangelo.
Il codice corregge,  il vangelo perfeziona.
L’uomo pensa ,  la donna sogna .
Pensare è avere il cranio di una larva :
sognare è avere in fronte un’aureola.
L’uomo è un’oceano ,  la donna un lago.
L’oceano ha la perla che adorna ,
il lago la poesia che abbaglia.
L’uomo è l’aquila che vola,
la donna l’usignolo che canta.
Volare è dominare lo spazio,
cantare è conquistare  l’anima.
L’uomo è un tempio,
la donna il sacrario.
Dinanzi al tempio ci scopriamo ,
davanti al sacrario ci inginocchiamo.
Infine :
L’uomo si trova dove termina la terra ,
la donna  dove comincia il cielo.

Victor Hugo