12552976_329065660551136_5825423395839194030_n

Amo la pioggia, adoro ascoltare il suo rumore scrosciante che batte sui tetti per poi cadere  sull’ asfalto, quel ritmo suadente che scadenza il tempo, ora forte…ora uguale e lento, mi piace osservare in silenzio ..vederla soffermarsi e poi scivolare dai vetri e le finestre…piccole gocce trasparenti che sembrano aggrapparsi fino allo stremo delle forze prima di lasciarsi andare.

Oggi piove , é un giorno come tanti ,ma io sto assaporando la mia quiete perfetta, non é capitato nulla di particolare,  ho solo l’impressione che questo tempo sia per me una carezza…qualcosa che mi raccoglie, mi culla, mi protegge.

  • Non esiste un momento nella vita in cui possiamo privarci  di tenerezza, nemmeno quando tutte le nostre sovrastrutture ci illudono di poterne fare a meno forse perché pensiamo erroneamente che certe esigenze fanno parte di epoche bambine.
  • Siamo cosi veri quando anche solo per un breve attimo ci sentiamo tali!  Dell’innocenza resta sempre nel cuore memoria, che torna per breve e presto sparisce e va via.

Sento ancora il bisogno di abbandonarmi ai miei silenzi…alle mie piccole manie di dolcezza…sono sempre stata un’ anima inquieta , ho i miei paradisi segreti, piccoli angoli dove la memoria della gioia o soltanto di un attimo di tregua resta immutabile oltre il tempo che passa, la vita , gli eventi e tutto il resto. A guardarmi ora avvolta nel mio  plaid ,mentre ascolto il tempo fuori sono identica a quella bimba che  felice sentiva  musica quando pioveva  ma tutti attorno dicevano era pioggia

Giusy Montalbano

Attesa

11143217_638782926266739_8627749267660023909_n

“Chiediti dove non hai visto Dio, lì dove non lo vedi hai bisogno di ricapitolazione”.

Tra sospiri cadenti
tempo immobile
Aspetto…
Guardami!
Spezza l’incanto del battito del polso
Liberami dalla crudeltà dei
Venti di sempre
Sole sospeso nella sete di nebbia
Tappeto sfibrato il mio cuore ti invoca
Danzo senza voce su frammenti e schegge
Capovolgo il tempo
Lo capovolgo invano
Tu penetri il silenzio
Ascolto il bisbigliare umido delle erbe
Il nome mio
impeto fragoroso e nudo
scroscia dalle Tue labbra
Nei miei occhi
Quali lucentezze mai spiegate!

Giusy Montalbano