Io non sarei mai stata

hqdefault

Io non sarei mai stata

senza la penuria di papaveri

in un campo rosso acceso

dal mio sangue congelato in attesa di Sole

No, io non sarei mai stata

se escludo una casa disfatta

con la sua carta da pareti strappata

minuscole mappe

dove ho posato i miei sguardi perduti

io non sarei mai stata

se tolgo

tutte le cose rotte da cui sono circondata

morsi di rabbia che non ho saputo fermare

se levo

i segni neri tra le fughe della porcellana candita

il davanzale bagnato

e la finestra opaca, appannata

dove ho riposto il fiato

Credimi, io non sarei….mai stata

in ciò che sono è incluso tutto

solitudine e pienezza

attesa e disperazione

confine e alienazione

limite e varco

e ogni perla nata dal mio cuore lacerato

è goccia brillante di Gioia bellissima

mi adorna il cuore

in un strano ritratto

dove si nasconde la soglia

di un sorriso meraviglioso!

Giusy Montalbano