Il mio canto della sera

A volte …ritorna

sfugge, passa, ma   a volte ritorna:

braciere dell’anima

si  posa sulle palpebre ad ogni respiro

corre e si perde

come le ere dei miei anni

contati giorno per giorno

dorme e   riposa con i suoi mille echi

che assomigliano alle tessere grezze di gioie bambine

sorrisi perpetui

 di ogni remota innocenza

esile come un filo tenue e lucente

è la Bellezza intatta del cuore

getta nell’oblio chi ha rubato,

scalfito, offeso, umiliato

scorda me,

che l’ho tradita rinnegando i suoi baci e torna

silenzio dopo silenzio torna

ed è il mio canto della sera.

Giusy Montalbano