Ti insegnerò…

cuore-spezzato

Ti insegnerò

ad adagiare il cuore al Vento

posandolo lì dove più non soffia

a rendere amore per amore

dimenticando tutto quel che mai c’è stato

Ti insegnerò

la mitezza nell’attesa

e il coraggio di sperare

proprio quando l’ostilità

ti serra forte in una prigione di rabbia

e il gelo ti rabbuia il sangue

io senza parole

ti insegnerò

cosa dice di te

la pace dolce

del silenzio.

E quando non sai …

Quando non sai che dire…

chiedere, trovare o cercare

quando il rumore che hai dentro sovrasta ogni cosa

ovattando la mente e il cuore….

basta chiudere gli occhi

lasciarsi avvolgere

da una musica lontana…

abbandonarsi…

semplicemente

così…

volteggiando leggeri

tra spire di Speranza…

e c’è Luce sotto le palpebre

come un rasoio incide

l’oscurità

e con lo stesso potere

del “suono”…

ti culla… portandoti lontano…

altrove…persino oltre me!

Un cumulo di anni

12032044_1089949651017954_1993461651369439530_n

[…] i buchi della vita non si chiudono più.
Devi crescere intorno a loro, come le radici che affondano nel cemento, e devi rimodellarti intorno alle crepe.

(Paula Hawkins)

Un cumulo di anni

Ho pianto per mio padre

e per le braccia corte di tutti,

le camicie appese su un filo 

che mi sono cadute addosso

con le loro maniche vuote

 Quegli anni sono scesi a picco

come un uccello fino a un metro sul prato

oltre un cancello

scorgevo tutto il mio tempo lastricato

i pavimenti freddi

le carezze dimezzate

la griglia dei volti

tenute ferme

dall’ombra del pino

gli indumenti aggrappati alle sedie

e le mie scarpe in un guscio di fango

Ho sentito una storia torcersi alle mie spalle

e i suoi occhi spalancati

attendere l’amore

da grembo, caldera, casa…

gridava gemendo

raccontava due storie:

una parlava di orizzonti perduti

l’altra la Vita di ora.

G.M