Stai con me

Stai con me
Quando cadrà la notte
e la terra sarà buia
e l’unica luce che vedremo sarà la luna
no, non avrò paura, non avrò paura
finché tu sarai con me, sarai con me

e cara, cara sta’ con me, adesso adesso sta’ con me
stai con me, stai con me

Se il cielo che noi guardiamo
dovesse crollare e cadere
e le montagne dovessero sbriciolarsi nel mare
non piangerò, non piangerò, non verserò una lacrima
finché tu sarai con me

e cara, cara stai con me, stai con me
stai con me, stai con me, stai con me

Ogni qualvolta sarai in difficoltà, starai con me?
oh adesso, adesso stai con me

o stai con me, stai con me, stai con me
cara, cara, stai con me, stai con me
oh stai con me, stai con me

(testo tradotto)

Stai con me…perchè con Te io non ho  alcuna paura!

Delle mie infinite vite…

998541_531113470306382_35796087_n

Ho avuto il privilegio e la fortuna di vivere mille vite in una, questo fa di me un contenitore immenso di memoria ed emozioni, questo mi ha reso vulnerabile al cambiamento e all’adattamento, fragile contro la mediocrità di un’esistenza che si è fermata in un solo momento  e ne ha fatto tutto il suo tempo.

Di ogni mia vita ho serbato ogni cosa, cimeli e bandiere, relitti e rovine, speranze e disperazioni, pugni e carezze, di ogni vita ho i segni sul cuore che tracciano mappe per partire e tornare.

La vita mi ha reso pellegrina di un viaggio che non smette di riservarmi  stupori, meraviglie smarrite  come le scie di un vento che vuole restarmi amico.

Oggi da una delle mie vite passate è tornato un abbraccio: dolcissimo come soltanto l’amore può essere,tenero come il dolore dopo che l’hai masticato a lungo per farlo divenire meno amaro, un abbraccio di bene nato tra il fango dell’abbandono e della dimenticanza, una stretta, un bacio sull’anima tra due sorelle…legate dal sangue della sofferenza comune, che spesso  è più vero del legame naturale.

Guardo il mare, oggi con i miei occhi allagati…lui mi scivola addosso come una carezza e so per certo che conosce sempre il modo di farmi ritornare nei suoi abissi…con il suo moto…lento e furioso, con il suo mistero insondabile  e meraviglioso, guardo il mio mare,lui ricambia lo sguardo trascinandomi nel tempo delle anime che si incontrano ovunque resta spazio per volersi bene e sono conchiglia dalle mille voci.