Quante solitudini

z

Sei la solitudine
Nella notte in mezzo alla foresta di parole,
Ogni passo dentro il buio più fitto
Dove scrivi te stessa fino ad una raduna
Che è silenzio.

Sei la solitudine
Dove la pioggia ferisce la neve
Ed accendi lampade rischiando l’aria
Per ricordare tutti coloro che ami.

Sei la solitudine
Dove la disciplina del dolore
è attraversare la morte
Toccando il penoso limite estremo
Della sopportazione
Superando la soglia per una nuova speranza.

Sei la solitudine
Una, mille, tutte quante
Per ogni parte di verità taciuta
Per le grida di biasimo mutate in polvere sulla lingua
Per ogni voto infranto
Per tutte le volte che non sei stata accolta, y
Per tutte le volte che ti hanno spezzato, separato
Intorpidita fino a dimenticare
Mentre l’anima ancora viva
Si contende con il vuoto un guscio nelcuore

Dove prima ha colpito forte l’Amore.