Mi piace…

penelope_cruz

Invecchierò bambina, oramai comincio a rassegnarmi, mi rendo conto che sono proprio un’ inguaribile ragazzina, la verità è che amo, amo giocare..con tutto tranne ovviamente con le cose serie per il resto tutto diventa spunto e un pretesto per divertirmi;
Mi piace quasi tutto della vita, mi piacciono i colori, molto più adesso che non quando ero davvero giovane, colori accesi intensi,gioco nell’accostarli, immischiandoli e mi invento combinazioni mai viste, colori brillanti a ravvivare la vista.
Mi piacciono i sapori.. assaggio sempre tutto, persino i fiori qualche volta, i gerani ad esempio hanno un sapore dolciastro, amo il dolce, meglio se dolcissimo, sono golosa soprattutto di crema di ricotta, tipica dell’arte pasticcera della mia Sicilia, ma non distico il salato e il piccante..tutto, basta che sia forte,non sono abitudinaria e mi piace provare a tastare sempre nuovi aromi, combinazioni diverse, piatti tipici e tradizionali ma anche prodotti inusuali e sconosciuti, credo che a tale proposito non c’è nulla di più vero nell’affermazione che dice che nella tavola e nel cibo si conserva e si tramanda buona parte della cultura di un popolo. Mi piace mangiare senza premura, sorseggiando un buon bicchiere di vino dal’aroma corposo o fruttato e delicato a seconda dei casi, ho tanti piatti tra i preferiti ma adoro particolarmente le verdure e il pesce, crostacei con esattezza.
Mi piace fare un buon lungo bagno ristoratore ricoprendomi di schiuma ascoltando musica e scelgo una doccia affrettata, soltanto per una rinfrescata. amo le luci soffuse, le tende tirate ma le finestre spalancate e mi piace sentire odore di fresco e pulito attorno, sono disordinata a periodi ma mi piace poi subito dopo mettere ordine ovunque anche nei posti più dimenticati.
Mi piace ballare, ritmi frenetici ma anche danze delicatissime come una libellula e mi piace la musica ,le candele accese e rendere soft ogni cosa quando sento il bisogno di rilassarmi e godermi pienamente di una compagnia o soltanto me stessa.
Mi piace stare sola o con una buona presenza,lo preferisco ad un bagno di folla anche se qualche volta non nego stare in mezzo a tante persone mi rende allegra e spensierata..mi piacciono da impazzire i bambini, tutti, facili e difficili, capricciosi e adorabili e mi piacciono anche i vecchi, soprattutto quelli che non vuole nessuno, queste due categorie di umani mi incuriosisce, mi riempe di stupore e mi stimola mentalmente ed emotivamente;
Mi piacciono gli animali, tutti tranne i topi di cui nutro ribrezzo più che paura anche se la reazione alla loro vista è quasi panico, ho un’animale preferito che fino a qualche anno fa era il cane ma oggi si contende il posto con il gatto che adoro quasi alla follia.
Mi piace l’imprevedibile, l’inusuale e le sorprese, forse perchè mi annoio facilmente ed ho bisogno di stupirmi anche con una stupidaggine che mi fa restare con gli occhi spalancati e la bocca aperta.
Se ci penso adesso mentre scrivo mi accorgo che ho una lista incredibile di cose che mi piacciono, ma tra tutte quella che prediligo è il gioco, mi piace in tutte le forme e in tutte le manifestazioni, io gioco dalla mattina alla sera,quando mi occupo di me e della mia cura personale facendo smorfie davanti allo specchio e provando abiti e acconciature, gioco durante le mie attività giornaliere, quando rifaccio i letti e passo l’aspirapolvere e canto e ballo, quando cucino e pasticcio con ingredienti e profumi, gioco quando faccio il bucato e stiro, gioco in amore, gioco a sedurre..gioco con la mia sensualità, gioco ed amo..e non credo che questo sminuisce il valore di quel che faccio, dico e provo semplicemente lo rende piacevole e divertente..perchè è vero che sono impossibile qualche volta, ma sono una donna matura che quando c’è da esser grandi e ragionare sa rientrare nella dimensione giusta..dimenticando completamente ilarità e divertimento, so benissimo che la vita è una cosa fin troppo austera per certi versi e che il trucco per vivere al meglio sta quasi tutto nella misura che si concede al tempo e ad ogni cosa ed allora se tutto questo giocare non comporta nulla di male.. e non influisce sul senso di responsabilità e maturità che si assume chi ha deciso di starci al meglio in questo mondo …che male c’è a ridere un po’! E a proposito di questo vi lascio un video..un video che racconta molto bene quel che per me significa giocare..anche in quel bellissimo, straordinario contesto che è l’amore e l’attrazione tra uomo e donna…chi meglio di me sa cosa significa ancheggiare?! giusto per sorridere e trasformare un banale attimo di invito a concedersi in un sorriso soddisfatto mentre lui mi guarda con la febbre del desiderio che sale e con la sola forza di sussurrare : Mihhhhh, che ti farei! Oggi guardando questo video mi sono rivista o meglio ho visto un aspetto di me tra le mie svariate sfaccettature che ogni tanto viene fuori ed è stato meraviglia! cosa non siamo noi donne quando ci lasciamo andare alla gioia di piacere e del piacere!

G.M

ballare

L’Avvento delle Donne Visibili – Jolanda Insana

Le Donne Visibili

“pupara sono
e faccio teatrino con due soli pupi
lei e lei
lei si chiama vita
e lei si chiama morte
la prima lei percosìdire ha i coglioni
la seconda è una fessicella
e quando avviene che compenetrazione succede
la vita muore addirittura di piacere”

Jolanda Insana, Tutte le Poesie (1977-2006), Garzanti

Jolanda Insana

View original post

10552462_289183391277662_1594169769721771799_n

Non ho pazienza per alcune cose, non perché sia diventata arrogante, semplicemente perché sono arrivata a un punto della mia vita, in cui non mi piace più perdere tempo con ciò che mi dispiace o ferisce.
Non ho pazienza per il cinismo, critiche eccessive e richieste di qualsiasi natura.
Ho perso la voglia di compiacere chi non mi aggrada, di amare chi non mi ama e di sorridere a chi non mi sorride.
Non dedico più un minuto a chi mente o vuole manipolare. Ho deciso di non convivere più con la presunzione, l’ipocrisia, la disonestà e le lodi a buon mercato.
Non tollero l’erudizione selettiva e l’arroganza accademica. Non mi adeguo più al provincialismo e ai pettegolezzi. Non sopporto conflitti e confronti.
Credo in un mondo di opposti, per questo evito le persone rigide e inflessibili. Nell’amicizia non mi piace la mancanza di lealtà e il tradimento. Non mi accompagno con chi non sappia elogiare o incoraggiare.
I sensazionalismi mi annoiano e ho difficoltà ad accettare coloro a cui non piacciono gli animali.
Soprattutto, non ho nessuna pazienza per chi non merita la mia pazienza.