Lontano dagli occhi

Omaggio della Nannini  a  Sergio Endrigo.. da notare la location: la mia bellissima Valle dei Templi.aria di casa mia..proprio mia, sono nata lì!

Ed è nostalgia…

G.M

Che bella libertà

voglia-di-volare

La gioia si manifesta anche così…cantando, il cielo è cupo, lo sfido alzando la voce in un canto che mi scalda il cuore:

Chi lo sa
Quanto costa fare andare il cuore…
E pagherò i miei debiti,
Voglio acquistare solo cieli limpidi,
Tentare ancora di confondermi,
Con le montagne, con il mare, con chi sia…
Con questa vita tornare in sintonia…
Fare l’amore con chi voglio io …
Avere un sogno che sia solo mio…
Ridere o piangere soltanto se mi andrà!
Usciamo fuori, non restiamo chiusi qua…
Nelle prigioni di cristallo
In questo mondo, sempre quello…che bella libertà!

Raccontami…

1139a873446

Mi piacciono le storie..tutte quelle raccontate nella penombra di una stanza con le nostre gambe attorcigliate e le dita delle mani incrociate, parole ascoltate con il tepore del tuo respiro sul collo e i miei capelli sul tuo petto..mi piacciono le storie, quelle dalla trama improbabile e il percorso alternativo che si affacciano su panorami di straordinaria meraviglia:
Mi piacciono le storie, mi piace sentire, ascoltare mentre tutto il rumore del mondo è ovattato dai nostri respiri e qualche tiepida morbida risata…poco m’importa non rispettar la parte, sconvolgere il copione, riscrivere sceneggiature che funzionano da secoli.
Ho voglia di sporcarmi di paradiso e di capovolgere l’inferno. Ho voglia di stupore, gioia che pulsa negli occhi e lascia le labbra socchiuse..in attesa;
Amo le storie..favole che iniziano sempre con c’era una volta in tono quasi sommesso per poi incedere con portento infilandosi sempre più nel cuore delle fantasie più ardite, inarcando la voce al ritmo del passo che fanno certe parole quando si insinuano tra mille verità taciute..iniziano così e finiscono con sempre ci sarà;
Amo le storie..tutte, quelle che raccontano della notte che scende, il silenzio che avvolge, il respiro di calma che stordisce e la certezza che tutto può accadere;
Mi piacciano le storie..danze di immaginaria luce che si apre, si accende e si espande sulla miseria di giorni senza storia..dove tutto è possibile, dove ogni cosa può succedere..amabile increspature di un tempo senza più movimento, occhi sognanti a sfidare il vuoto degli sguardi..poesia del silenzio tra pensieri ormai troppo vecchi e stanchi, amo queste storie..impossibili..troppo belle per essere vere e scoprire poi che tu li avevi tutte dentro e non hai mai osato raccontare.. tu, prova ancora…raccontami una bella storia, stringimi forte dimentica il calore della mia pelle per un momento…scrivimi addosso una favola blu strepitosa e bellissima degna di noi, all’altezza del nostro cuore bambino… sussurrami dolce, dolcissimo tutti i nomi che trovi per noi, tenero come una carezza che si insinua tra fiato e respiro colorando di sorrisi un giorno che vuole soltanto gioire.
G.M