In bianco e nero

10398414_1052759414218_5490511_n

Guardo una foto di mia madre
era felice avra’ avuto tre anni
stringeva al petto una bambola
il regalo piu’ ambito.
Era la festa del suo compleanno
un bianco e nero sbiadito.
Guardo mia madre a quei
tempi e rivedo
il mio stesso sorriso.
E pensare a quante volte
l’ho sentita lontana
e pensare a quante volte…
Le avrei voluto parlare di me
chiederle almeno il perche’
dei lunghi ed ostili
silenzi e momenti
di noncuranza puntualmente
mi dimostravo inflessibile
inaccessibile e fiera
intimamente agguerrita
temendo una sciocca rivalita’.
. . . . . . . . . . . .
Guardo una foto di mia madre
era felice avra’ avuto vent’anni
capelli raccolti in un foulard di seta
ed una espressione svanita.
Nitido scorcio degli anni sessanta
di una raggiante Catania
la scruto per filo e per segno e
ritrovo il mio stesso sguardo.
E pensare a quante volte
l’ho sentita lontana
e pensare a quante volte…
Le avrei voluto parlare di me
chiederle almeno il perche’
dei lunghi ed ostili
silenzi e di
quella arbitraria indolenza
puntualmente
mi dimostravo inflessibile
inaccessibile e fiera
intimamente agguerrita temendo
l’innata rivalita’.
Le avrei voluto parlare di me
chiederle almeno il perche’
Le avrei voluto parlare di me
chiederle almeno il perche’
chiederle almeno il perché
chiederle almeno il perché

Carmen Consoli

4 pensieri su “In bianco e nero

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...