Se sapessi…

shutterstock_32926252

Se sapessi raccontarti una storia, ti racconterei delle persone con l’anima sottile e trasparente, quelle strane persone con la loro pellicola invisibile che lascia trapassare ogni cosa che poi finisce tutto dentro fino a straripare nel troppo , quelle che hanno come un enorme e immenso abisso sempre da colmare, quelle che attraggono come calamite la luce e il buio e improvvisamente come le calamite, la respingono e dilatano ancora l’abisso fino a non sentirne il fondo.Se sapessi raccontarti una storia, ti racconterei, di come raccolgono le loro sofferenze e vogliono essere felici,felici ad ogni costo sorridendo con quel nodo in gola attorcigliato in mille modi per tenerlo a freno, di come sentano quel pugno nello stomaco mentre ingoiano lacrime e speranze , di come non si accontentano mai di quel che c’è e sono sempre alla ricerca, di qualcosa, di una qualsiasi cosa, di una persona, di una qualsiasi persona, di un momento, di un qualsiasi momento, di una ragione, una qualsiasi ragione, di una strada da seguire, una strada qualsiasi….di un sogno da inventare e in cui credere, di una poesia da leggere e persino cantare , di amore da vivere e respirare, di come fanno l’amore mischiando la loro pelle con il cuore in perfetta simbiosi che fai fatica a riconoscere e distinguere la carne con le vene , della loro pazienza, della loro dedizione , della loro faccia fatta di entusiasmo esagerato per una carezza, una parola, uno sguardo,  un’ attenzione … una parola che sprofonda nell”abisso giù fino in fondo, del loro viso segnato da stanchezza, dei loro occhi immensi che raccontano favole che iniziano con “accadrà domani”…le loro mani e le loro unghie affilate contro il muro della disperazione e poi di quel vestito fatto di attesa che si sono cucite addosso accorciando e allungando l’orlo per assecondare un pochino la fortuna e la provvidenza; di potrei raccontare della loro testardaggine e del loro orgoglio e della loro fierezza per avere resistito indenni a tanto, tanto che si fa fatica a dire,  della loro forza e della loro umanità,  ti racconterei del loro sforzo qualche volta esagerato di trovarsi in questo mondo e della gioia di esserci…del coraggio di credere che rimane sempre un posto speciale per tutti quelli uguali a loro, fatto di magica euforia per la pioggia di stelle che si lasciano cadere addosso per illuminarsi la notte buia, fatto di purezza e bellezza , un posto per anime sottili spogliate da inutili rancori e inutili orpelli per mascherarsi dalla tristezza di quei posti costruiti da vita vera sopravvissuta alla morte e al nulla dove la speranza ha riscritto una “brutta storia”, una triste storia”  facendola diventare una storia “degna” da vincere con la forza della determinazione e del coraggio, con la forza del loro starci in questo mondo e non tanto per viverci ma per sentirselo tremare dentro come un terremoto di felicità, di gioia e di risa come da bambini con la stessa ingenuità e fiducia verso il domani che arriverà comunque e qualunque cosa accada e non sarà lo stesso, con gli stessi capelli al vento e il viso accaldato e madido dopo aver corso tanto con le stesse mani paffutelle e rosee a raccogliere fiori e gerani e farne collane e gioielli da sentirsi gran dame sofisticate e belle con quel desiderio di spingersi in alto sempre più in alto su un’ altalena rossa che resiste alla ruggine e al tempo; del loro desiderio nascosto di recarsi fino al cuore di una montagna per trovare il tesoro nascosto,  perchè,  tanto la gioia e il dolore si imparano gratis e puoi ritrovarti ricco in un’ istante,  dove aver masticato ogni cosa fino a sentirle scendere e scorrere nelle budella e poi sotto il peso di una montagna seppellire tutte le cattiverie di questo mondo perchè rimangano distanti abbastanza da non uccidere chi ha deciso di vivere e non soltanto respirare.Se sapessi raccontarti una storia, ti racconterei questa storia, ma scrivo soltanto ed ogni giorno di questi miei giorni cerco una parola nuova che sappia descrivere al meglio l’amore che ci metto ad ogni fiato, l’amore che mi costa caro,  quello che mi viene regalato, quel che arriva e ritorna , ritorna nell’abisso fino a toccare il fondo.

G.M

9 pensieri su “Se sapessi…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...