Raccontarsi

download

Raccontarsi non è affatto così semplice come può sembrare, richiede discernimento e lucidità, una certa pulizia mentale , un certo rigore affinché quello che dici sia aderente non solo al tuo pensare ma anche al tuo sentire più profondo, raccontarsi significa guardarsi allo specchio e saper reggere lo sguardo, qualche volta e molte volte a dire il vero per me vuol dire accettare di mettermi in discussione in modo onesto lasciando perdere sottili rancori celati tra piccoli malesseri e inquietudine, insomma accogliere quel che emerge a volte dal profondo dove è sempre nascosta una verità che spesso non vogliamo ammettere.
Quando mi sono avventurata a scrivere la mia vita tra queste pagine non immaginavo nemmeno lontanamente che stavo intraprendendo un cammino di consapevolezza, un percorso di conoscenza e mai come in questo caso ho avuto giorni di paralisi totale ed ho dovuto aspettare pazientemente di ritrovare il coraggio di osservare tutti quei pezzi di me che spesso preferisco ignorare, tratti della mia strada dolorosi che ritenevo ormai di aver tralasciato come un conto in sospeso con cui non vuoi più confrontarti.
Sono convinta che la vita non è solo destino, avverso o fortunato ma per la maggior parte delle volte la nostra esistenza è frutto di scelte, conseguenze positive e negative che hanno comportato le nostre decisioni o le decisioni di altri .
Io stessa, sono il risultato di una scelta, mia madre ha abbracciato la maternità e mi ha messo al mondo è stato un atto di generosità comunque , quel suo assenso ha influito sulla sua vita, sulla sua libertà, cambiando da lì in poi qualcosa di lei, poi ha fatto quel che poteva con le sue forze, continuando a decidere per se ed anche per me.
Ho smesso di dare la colpa a qualcun’altro per ciò che è stato, per ciò che sono ed ho cominciato ad assumermi le responsabilità della mia serenità e della mia disperazione.
Io scelgo, scelgo in continuazione dalle più insignificanti cose alle quali spesso non faccio nemmeno caso e decido per il cambiamento anche quando non so cosa fare , quando tutto di me è nella più totale confusione e mette in dubbio ogni mia certezza ogni mia sicurezza, scelte di vita impegnative che richiedono tutta la mia determinazione, la mia fiducia e la mia risolutezza.
Certo siamo condizionati dal nostro vissuto, da ciò che ci ha ferito e ci ha bruciato, da ciò che ci ha resi forti o terribilmente deboli , tutto incide sulle nostre scelte, i nostri valori etici e le nostre emozioni, il nostro temperamento e le nostre convinzioni.
Io guardo al passato e mi accorgo che la linea del tempo mi appare lunga e distante, mentre il presente si fa nitido e chiaro e capisco che in fondo non resta che questo della nostra vita: un lasso di tempo, vissuto e stravissuto,colto o perso, vuoto o pienissimo , carico e leggero,lucido o confuso, rimpianto e sperato, questo..solo un tempo in cui puoi sentire l’urgenza di vivere al meglio senza perderne nemmeno un piccolo irrisorio momento , senza buttarlo via nei se e nei ma che avresti potuto e non sono accaduti mai, senza gettarlo in inutili illusioni che finiscono soltanto con uccidere il tuo desiderio di crederci ancora.
Quando mia madre è morta oltre al dolore della sua perdita, ho sentito una sofferenza ancora più grande di quella immane tristezza ed è stato un senso di pietà infinito, atroce per tutto ciò che è stata la sua esistenza, rendersi conto di qualcosa di incompiuto e il senso di impotenza di non aver più tempo necessario per poterla aiutare in qualche modo a portare a termine il suo viaggio nel modo con cui lei per tutta la vita ha tentato inutilmente di fare, in quel preciso istante ho compreso tutto, tutto ciò che c’era da capire sul nostro amore.
Ora so, conosco il valore del mio tempo, so che non posso permettermi di impiegarlo a cercare la felicità eterna, è un misera  allettante illusione quella della felicità per sempre, siamo fatti di emozioni contrastanti che ci dominano o dai quali ci lasciamo impossessare, gioia, tristezza, euforia, solitudine, insicurezze e tante tante altre cose che decidiamo di volta in volta di assecondare o lasciare andare, esiste nella vita soltanto un senso di serenità e armonia, di beatitudine e contentezza che possiamo solo cercare di trattenere più a lungo possibile…facendo del nostro meglio per cercare di vivere e scegliere tutto ciò che ci procura questo senso di pace e persino gioia che a volte è tanto grande da farci scordare tutto ciò che invece ci piega nella nostri sentimenti più oscuri.
Ho capito che non ho tempo, ne ne ho abbastanza per rifare qualcosa dove ho fallito, che perdo tempo a pentirmi tra accuse e recriminazioni per tutto ciò che non dovevo essere com’è, che non mi posso permettere di sciupare i miei giorni nei rimpianti o nei rimorsi, che voglio inseguire sempre e soltanto tutto ciò che mi fa bene, al cuore, allo spirito, alla mente a questo corpo che un giorno sarà solo polvere e niente più, ed è con queste convinzioni che affronto le mie scelte tutti i giorni, dalle più futili alle più importanti, assumendomi la responsabilità di ogni conseguenza, seguendo il mio istinto qualche volta o affidandomi ora al cuore ora alla ragione sapendo che sto vivendo come ho deciso di fare, sono e voglio restare lucidamente Viva, gustandomi appieno anche le lacrime se è il caso sapendo però che so ridere, ridere forte se vinco o se perdo con l’orgoglio di averci provato comunque, una partita aperta fino alla fine faccia a faccia contro il tempo che corre veloce ma non sa che in me è più lesto il desiderio di godere di ogni istante.

G.M

12 pensieri su “Raccontarsi

    1. Condivido molte delle tue riflessioni. Nel momento più buio della mia vita anche io ho trovato fiato nello scrivere. Un libro, cominciato da ubriaco e finito 6 mesi dopo da sobrio. Liberatorio, curativo, essenziale scrivere. Dopo qualche anno oggi godo di quella sana leggerezza vitale, senza mai scadere nella superficialità. Buon viaggio, piacere di poterlo condividere

      Piace a 2 people

      1. Grazie ancora a te per avermi dedicato la tua attenzione …e che dire ancora? Sul mio scrivere ho detto tanto forse ho detto tutto oramai fa così tanto parte di me da non riuscire a farne a meno…è tra le cose che amo più fare, è il mio “mare” dove attingo,consapevolizzo,scopro, perlustro,rinnovo…la mia “isola” dove la mente abbraccia l’anima…una fonte inesauribile di meraviglia ed emozioni..tutte quelle che si possono concepire, provare, desiderare.
        Un sorriso e buon viaggio a te..che come me nel mare ci sei e ci viaggi..!
        Giusy

        "Mi piace"

      2. Io invece, nonostante la scrittura, non sono ancora uscito da un momento buio, forse passerà, forse no, intanto viaggiamo, perché questo è la vita: un lungo viaggio che non sai mai dove ti porta.

        Piace a 1 persona

      3. Passerà, caro Marco, passerà…la vita è imprevedibile ti stupisce proprio quando non ti aspetti ed ogni volta è stupore, meraviglia! I momenti bui vanno e vengono..e poi non può andare sempre in un solo modo..la vita è un continuo mutamento, e te lo dice una che con l’oscurità ha spesso a che fare…credimi, ma mi fido della vita più di qualsiasi altra cosa. Ti abbraccio nella speranza per te di tempi migliori, di tempi belli fatti di sorrisi e qualche gioia!

        "Mi piace"

      4. L’unico modo per uscire dal buio è accendere la luce… per fare chiarezza, buttare ogni peso superfluo, compreso il passato pesante e le persone tossiche, volgere lo sguardo al sole e cominciare a sorridere e poi a ridere, percorrendo questo cammino senza più voltarsi, cercando nuovi stimoli in ciò che fai, senza arrendersi e senza pretendere troppo da se stessi, con tanta autoironia …fino a quando non sarai abbastanza forte per riuscire a sorridere ad un tuo dolore. Un abbraccio, buona giornata

        "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...